DIRITTO ALLO STUDIO

1. COSA SONO I PERMESSI STUDIO?

I lavoratori/le lavoratrici dipendenti hanno diritto di assentarsi dal lavoro, usufruendo di appositi permessi studio.

 

2. CHI HA DIRITTO AI PERMESSI STUDIO?

Possono fruire dei permessi studio tutti i lavoratori e tutte le lavoratrici iscritti/e e che frequentano corsi di studio in scuole di istruzione primaria, secondaria e di qualificazione professionale, statali, parificate, legalmente riconosciute o comunque abilitate al rilascio di titoli di studio legali.

 

3. QUANTO DURANO I PERMESSI STUDIO?

L'ammontare dei permessi studio viene stabilita dai singoli contratti collettivi nazionali, ma è ormai prassi consolidata concedere 150 ore di permesso in un determinato periodo di tempo (di solito un triennio).

Se il titolo di studio che il lavoratore vuole conseguire è della scuola dell'obbligo, le ore possono aumentare fino a 250.

4. QUANDO POSSONO ESSERE UTILIZZATI I PERMESSI STUDIO?

I permessi studio possono essere utilizzati esclusivamente per la frequenza dei corsi (non per lo studio necessario alla preparazione dell'esame). Il datore di lavoro può richiedere le certificazioni comprovanti l'effettiva frequenza dei corsi.

5. QUANTO SONO RETRIBUITI I PERMESSI STUDIO?

I giorni di permesso studio sono retribuiti al 100% e sono conteggiati ai fini del calcolo delle ferie e dell'anzianità di servizio.

6. COSA FARE PER OTTENERE I PERMESSI STUDIO?

Il lavoratore/la lavoratrice deve presentare al proprio datore di lavoro una domanda in cui:

  • richiede di fruire dei permessi straordinari retruibuiti per la frequenza di corsi finalizzati al conseguimento di un titolo di studio;

  • specifica il titolo di studio che vuole conseguire;

  • dichiara la scuola/università presso cui è iscritto.

7. ESISTONO PERMESSI PER CONCORSI ED ESAMI?

La quasi totalità dei contratti collettivi nazionali riconosce ai lavoratori 8 giorni di permesso retribuito all'anno per sostenere concorsi o esami.

La fruizione del permesso deve essere tempestivamente comunicata al datore di lavoro e vale esclusivamente per il giorno di svolgimento della prova.

Il lavoratore/la lavoratrice dipendente che ha fruito del permesso deve produrre in originale la certificazione rilasciata dalla Commissione esaminatrice firmata e timbrata e allegarla alla richiesta di permesso già autorizzata dal datore di lavoro.

La fruizione di questi permessi è limitata all'anno solare: nell'ipotesi di mancato utilizzo, essi non possono essere cumulati con quelli spettanti per l'anno successivo.

8. ESISTONO ALTRE AGEVOLAZIONI PER GLI STUDENTI?

I lavoratori e le lavoratrici hanno diritto ad essere inseriti in turni di lavoro che agevolino la frequenza dei corsi e la preparazione degli esami. Questi lavoratori non sono poi obbligati a prestare lavoro straordinario o durante i riposi settimanali.